Chi siamo

Lo staff di “GDPR Scuola”

Il nostro staff è composto da informatici e legali esperti in protezione e gestione dei dati, in grado di produrre il materiale necessario a rendere la scuola conforme al GDPR.

Da più di dieci anni, tramite il software Regel, lavoriamo con le scuole, gestendo, archiviando e conservando le informazioni di migliaia di utenti.

Conosciamo perciò molto bene le dinamiche del mondo scolastico e siamo costantemente aggiornati riguardo alle nuove normative.

Già dal 2016 ci siamo resi conto dell’importanza che avrebbe avuto il GDPR.

Pertanto, come conseguenza logica del fatto che il nostro lavoro comporta la gestione di dati, abbiamo studiato e tradotto in pratica le direttive del nuovo regolamento.

Come prima cosa lo abbiamo “decifrato”, al fine di adeguare il nostro software ai principi in esso contenuti.

Abbiamo poi pensato di sviluppare un progetto del tutto nuovo per aiutare le scuole ad affrontare il GDPR.

Lo abbiamo fatto in sinergia con lo Studio Legale Tributario Croso, team di Avvocati e Dottori Commercialisti attivo nella consulenza legale sulla privacy per aziende e pubbliche amministrazioni.

Le nostre competenze in ambito gestionale si sono perciò unite a quelle dello Studio Legale Tributario Croso per dare origine a “GDPR Scuola”.

Letture consigliate dal blog

Il dirigente scolastico e la Didattica Digitale Integrata

Cosa deve fare la scuola per garantire il pieno rispetto della privacy nello svolgimento delle attività di Didattica Digitale Integrata.LeggiIl dirigente scolastico e la Didattica Digitale Integrata

Nominare il DPO della scuola non basta!

Il DPO non ha né il compito di analizzare lo stato di conformità dell’istituto, né di produrre la documentazione richiesta dal GDPR.LeggiNominare il DPO della scuola non basta!

Gli elenchi dei nuovi iscritti non vanno pubblicati sul sito web della scuola

Alcune considerazioni riguardo la divulgazione degli elenchi dei nuovi iscritti sul portale web dell’istituto e alla pubblicazione dei voti online.LeggiGli elenchi dei nuovi iscritti non vanno pubblicati sul sito web della scuola