Curriculum dello studente: di che cosa si tratta e come va compilato

Tra le novità previste per la Maturità 2021, il Ministero dell’Istruzione, con Decreto n. 88 del 6 agosto 2020, ha introdotto il cosiddetto “Curriculum dello studente”, un documento da allegare al diploma, utile sia per l’Esame di Stato che per l’orientamento.

La novità coinvolge quasi mezzo milione di studenti, oltre 7mila istituti scolastici sedi di esame, e circa 26mila classi.

Il documento è suddiviso in tre parti: una dedicata a Istruzione e formazione, una relativa alle Certificazioni, e l’ultima a quelle che possono essere le eventuali Attività extrascolastiche.

All’interno del curriculum dello studente possono quindi essere segnalate anche le certificazioni linguistiche e le eventuali attività svolte in ambito culturale, sportivo, artistico, musicale o di volontariato.

Al termine degli Esami di Stato, il curriculum andrà allegato al diploma e messo a disposizione degli studenti.

A cosa serve il curriculum dello studente

Il curriculum dello studente è stato concepito per raccogliere le esperienze effettuate dai ragazzi durante il proprio percorso formativo, al fine di valorizzarle durante l’Esame di Stato, nella stesura dell’elaborato previsto, così come in sede di colloquio.

Il documento è stato introdotto dalla Legge 107 del 2015, e in seguito disciplinato dal Decreto legislativo 62 del 2017.

Il curriculum dello studente include quindi tutte le informazioni relative alle attività svolte in ambito scolastico ed extrascolastico, costituendo un efficace supporto per l’orientamento degli studenti al successivo percorso universitario, così come per l’avvicinamento al mondo del lavoro.

Struttura del curriculum dello studente

Come spiegato in precedenza, il curriculum dello studente è suddiviso in tre sezioni: Istruzione e formazione, Certificazioni, e Attività extrascolastiche.

Si tratta di un documento rappresentativo del profilo dello studente, che a partire dall’anno scolastico 2020/21 va allegato al diploma conseguito al termine dell’Esame di Stato, unitamente al Supplemento Europass al certificato.

A tal fine, la segreteria dell’istituto, gli studenti e il consiglio di classe V saranno tenuti a compilare accuratamente la sezione di propria competenza in base alle seguenti indicazioni:

  • La prima parte, denominata Istruzione e formazione (la cui compilazione è a cura dell’istituto scolastico, e nello specifico della segreteria), riporta i dati relativi al percorso di studi dell’alunno, così come eventuali elementi riconducibili alle competenze, conoscenze e abilità acquisite relativamente al percorso di studi seguito. Essa sarà precompilata attraverso l’utilizzo delle informazioni presenti nel SIDI o nelle banche dati in utilizzo al Ministero.
  • La seconda parte, denominata Certificazioni, riporta invece tutte le certificazioni linguistiche, informatiche e di eventuali altre tipologie rilasciate allo studente da un Ente certificatore riconosciuto dal MIUR. In questo caso la compilazione è a cura della segreteria dell’istituto e/o dello studente per eventuali integrazioni.
  • La terza parte, denominata Attività extrascolastiche, è di sola pertinenza dello studente. Essa comprende tutte le informazioni legate a competenze, conoscenze e abilità acquisite in ambiti informali, con riferimento specifico a eventuali attività professionali, culturali, artistiche, musicali, sportive e di volontariato svolte in ambito extra scolastico.

L’inserimento delle informazioni da parte di docenti, studenti e segreterie dovrà essere effettuato tramite l’accesso al portale preposto dal Ministero dell’Istruzione (curriculumstudente.istruzione.it).

Come lo studente può avere accesso alla compilazione del curriculum

La compilazione del curriculum, come detto, va effettuata in via esclusiva su piattaforma informatica.

L’alunno deve registrarsi in autonomia sul portale Curriculumstudente, e subito dopo comunicare alla scuola l’avvenuta iscrizione.

La segreteria provvederà allora a inviare all’alunno le credenziali di accesso all’area riservata del Ministero dell’Istruzione, che andranno inserite all’interno dell’area personale di Curriculumstudente.

A seguito di ciò, l’alunno riceverà da parte del Ministero un’email all’indirizzo di posta elettronica indicato, e sarà abilitato all’accesso al curriculum e alla compilazione della parti di propria competenza (nello specifico la seconda e la terza).

Come lo studente deve integrare il curriculum

Ogni alunno dunque, una volta abilitato alla piattaforma, può effettuare le seguenti azioni:

  • Visualizzare le informazioni relative al proprio percorso di studi nella prima parte del curriculum
  • Visualizzare e/o integrare le informazioni legate alle certificazioni conseguite, presenti seconda parte
  • Descrivere le attività professionali, culturali e artistiche, musicali, sportive, di cittadinanza attiva e di volontariato o di altro genere, svolte in ambito extrascolastico, nella terza e ultima parte.

Curriculum dello studente e docenti

Compito dei commissari d’esame, in quanto docenti abilitati in piattaforma, è quello di monitorare i dati inseriti dagli studenti della propria classe, in relazione ai PCTO o Percorsi per le Competenze Trasversali e Orientamento, e alle competenze di Educazione Civica, per la compilazione della cui parte saranno comunque affiancati dai docenti tutor dei PCTO e dai coordinatori per l’Educazione Civica.

Cosa deve fare il coordinatore di classe

Il coordinatore di classe si occuperà a propria volta di monitorare e coordinare il lavoro in team con i colleghi.

Utile come approfondimento è la consultazione della nota del MI n. 349 del 05/03/2021, riguardante l’introduzione del curriculum dello studente in relazione allo svolgimento degli Esami di Maturità 2021, della nota del MI n. 7116 del 2 aprile 2021 che esplica quelle che sono le indicazioni operative per il rilascio del curriculum dello studente, nonché, in ultimo, del D.M. n. 88 del 06/08/2020 di adozione dei modelli di diploma e curriculum dello studente.

Cosa compete alla segreteria dell’istituto

Alla segreteria dell’istituto sono affidate alcune mansioni specifiche, che devono essere messe in atto una volta compilato il documento nella sua interezza da parte degli studenti e dei docenti.

La segreteria ha il compito di verificare l’autenticità dei dati pre-esame messi a disposizione della commissione per poi consolidare i dati post-esame, al fine di effettuare la contestuale consegna del curriculum dello studente con il diploma e il Supplemento Europass al certificato.

Accedi alla community di GDPR Scuola!

Subito per te in OMAGGIO due video
che ti aiuteranno a capire come affrontare in sicurezza il lavoro “agile”
e la didattica a distanza (oltre a tanti altri bonus)!

Riccardo Manuelli
Responsabile GDPR Scuola
Tel. 0163 03 50 22
www.gdprscuola.it

Letture consigliate dal blog

Certificazione verde Covid-19: le considerazioni del Garante della Privacy

Il certificato verde ha suscitato non pochi dubbi nel Garante della Privacy: ecco gli aspetti che potrebbero ledere la privacy dei cittadini.LeggiCertificazione verde Covid-19: le considerazioni del Garante della Privacy

I docenti, i temi e le comunicazioni scolastiche

Il trattamento dei dati personali degli alunni da parte dei docenti dev’essere effettuato nel rispetto della normativa vigente: vediamo come.LeggiI docenti, i temi e le comunicazioni scolastiche

Gli elenchi dei nuovi iscritti non vanno pubblicati sul sito web della scuola

Alcune considerazioni riguardo la divulgazione degli elenchi dei nuovi iscritti sul portale web dell’istituto e alla pubblicazione dei voti online.LeggiGli elenchi dei nuovi iscritti non vanno pubblicati sul sito web della scuola

Iscriviti alla community di GDPR Scuola
e scarica subito i bonus a tua disposizione!

Iscriviti

Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali reperibile alla pagina Privacy e note legali.